Centro di Fisioterapia - Brindisi

Fisioterapia Strumentale

Home Riabilitazione e Fisioterapia Fisioterapia Strumentale

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Integer eget turpis velit. Phasellus ultrices eu diam id varius. Vestibulum in erat in dolor congue pretium non et quam. In eget urna volutpat, mollis est in, tempus tortor. Aliquam mauris erat, hendrerit sit amet placerat nec, placerat eget neque.


Correnti Diadinamiche

Durante la seduta il paziente percepisce una sensazione di formicolio non dolorosa che tende progressivamente a ridursi, fino ad annullarsi, per il fenomeno dell’assuefazione, meccanismo di adattamento dell’organismo che comporta perdita dell’efficacia terapeutica.

Elettrostimolazione Muscolare

Impulsi elettrici aventi determinate caratteristiche (intensità, frequenza, forma d’onda, durata) sono in grado di provocare la contrazione dei muscoli indipendentemente dalla volontà del soggetto.

Idrogalvanoterapia o Bacinelle Galvaniche

L’idrogalvanoterapia (o bacinelle galvaniche) sfrutta le variazioni di polarizzazione della corrente continua in acqua. Ciò consente un effetto benefico locale sia analgesico che trofico nei casi di tendinopatie, edemi post-traumatici, osteoporosi e sindromi dolorose.

Ionoforesi

La ionoforesi è una tecnica che utilizza una corrente elettrica continua (intensità e verso costanti) per introdurre all’interno dei tessuti sostanze medicamentose, sfruttando i noti effetti fisici di elettrolisi, elettroforesi, elettrosmosi.

Laserterapia

Il principio d’azione del laser è quello di creare un aumento del flusso ematico per micro vascolarizzazione con conseguente azione antinfiammatoria, antiedemigena, biostimolante, antalgica, decontratturante.

Magnetoterapia

La magnetoterapia sfrutta l’energia prodotta dal campo elettromagnetico, originato da basse o alte frequenze, che interagisce con le cellule favorendo il recupero delle condizioni fisiologiche di equilibrio.

Onde d'urto

Le onde d’urto focalizzate sono onde acustiche che, in frazioni di secondo (nanosecondi), raggiungono elevati picchi pressori (500-800 bar).

Paraffinoterapia

La paraffinoterapia è una forma di termoterapia esogena che utilizza la paraffina, un prodotto della distillazione del petrolio di aspetto simile alla cera.

Pressoterapia

La pressoterapia, attraverso pressioni dosate ai tessuti, facilita il drenaggio del liquido interstiziale, attivando la circolazione venosa e liberando l’ambiente extracellulare dalle scorie.

Radarterapia

La radarterapia utilizza onde elettromagnetiche, dette microonde attraverso cui viene sviluppato calore che si trasmette nella profondità dei tessuti. Oltre all’effetto termico, la radarterapia provoca una elevata vasodilatazione che resta per circa 20 minuti dopo la fine del trattamento.

Tecarterapia

La tecarterapia utilizza un dispositivo capace di creare un flusso di cariche elettriche (ioni ed elettroliti endogeni) all’interno dei tessuti.

TENS

La TENS (stimolazione elettrica transcutanea del nervo) è una forma di elettroterapia largamente utilizzata nel trattamento del dolore acuto e cronico di varia origine.

Ultrasuonoterapia

Gli ultrasuoni sono vibrazioni acustiche, di frequenza superiore alla soglia di percepibilità dell’orecchio umano, che applicati sui tessuti, determinano onde di compressione con movimenti di oscillazioni delle particelle e trasformazione dell’energia meccanica assorbita in energia termica.